INTRODUZIONE

Su Successiva

In ogni campo di rilevanza tecnologica, si distinguono due classi di tecnici o ingegneri : quelli che fanno buon uso delle innovazioni e coloro che rimangono sulle loro posizioni finché le necessità impongono altrimenti. Parimenti, in un campo come quello del volo spaziale, è impossibile rimandare l’uso dei computer al momento in cui non se ne potrà fare a meno poiché si rischia di disperdere le proprie energie nella comprensione dei particolari piuttosto che nella scoperta dei fattori macroscopici che influenzano il progetto di una missione spaziale.

In questo contesto il MATLAB si propone come strumento efficace per aiutare il progettista nell’esecuzione di calcoli complessi e ripetitivi, analoghi a quelli che si possono trovare nella risoluzione di un problema di calcolo della traiettoria di un satellite.

In questa esercitazione verranno discussi i fondamenti della dinamica del volo spaziale quali la scelta di un sistema di riferimento opportuno in cui il moto del satellite deve essere rappresentato. In seguito, considerazioni di tipo energetico, possono fornire le prime indicazioni sul tipo di traiettoria che il satellite dovrà descrivere nel piano orbitale. Il tutto sarà preceduto e seguito dalla descrizione del MATLAB e del suo uso relativamente agli argomenti di DVS riportati.

Costanti fondamentali

Costante gravitazionale

G

= 6.67× 10-11 N m2 / Kg2.

Massa della Terra

MT

= 5.98× 1024 Kg.

Costante gravitazionale Terrestre

m T = GMT

= 3.98× 1014 N m2 / Kg.

Raggio della Terra

RT

= 6.38× 106 m.

Raggio della Luna

RL

= 1.738× 106 m.

Distanza Terra - Luna

DTL

= 356.4 - 406.7 × 106 m.

Massa della Luna

ML

= 7.35× 1022 Kg.

Costante gravitazionale Lunare

m L = GML

= 4.9024× 1012 N m2 / Kg.

 

Leonardo Daga's Warehouseâ, http://leonardodaga.insyde.it
Send any Comments to: leonardo.daga@gmail.com